Franco Murer nasce a Falcade (Belluno) nel 1952. Vive la sua infanzia ed adolescenza nello studio di scultura del padre Augusto.
La personalità artistica di Franco Murer si rivela precocemente, ottiene nel 1965 la medaglia d'argento risultando secondo in campo nazionale per la mostra dello studente in Campidoglio (Roma) indetta dal "Giornale d'Italia". Si trasferisce a Venezia per gli studi dove si diploma nel 1974 all'Accademia di Belle Arti, frequentando i corsi di Alberto Viani. "Franco Murer - come annota Orfeo Vangelista - non ha avuto difficoltà a verificare, dapprima nel proprio ambito familiare, la sua naturale disposizione ad esprimersi in forma plastica e figurativa e, successivamente, ad inserirsi in quel clima culturale più esteso (degli anni '70) che tuttavia conservava due poli di gravitazione: i fermenti giovanili della città lagunare e l'impegno civile e umanistico del padre.

 
Augusto e Franco Murer in studio a Falcade. Il padre verifica la morsura della lastra.
Franco Murer
Augusto and Franco Murer nello Studio in Falcade.
Augusto e Franco Murer in studio a Falcade.
Il padre verifica la morsura della lastra.
Franco Murer
mentre scolpisce
Augusto e Franco
nello studio a Falcade
 
1973 Tiene la sua prima mostra personale alla galleria d'arte "La Cornice" di Belluno e partecipa alla mostra internazionale della grafica di Imola.

1974 Presenta un ciclo espositivo nelle gallerie : Bottega del Quadro di Feltre ( presentazione di Tono Zancanaro), alla Galleria d'arte Contemporanea di Pieve di Cadore, alla Galleria d'arte 13 di Reggio Emilia e all' ADAC di Modena. Partecipa alla Rassegna grafica Palazzo trecentesco del grano , Città di Chioggia e al concorso tra i giovani d'Europa , patrocinato dalla Stampa a Torino, dove viene premiato

1975 E' nuovamente presente alla Galleria d'arte contemporanea di Pieve di Cadore. Espone alla galleria d'arte La Roda di Rovigo. Partecipa al Premio Mazzacurati a Teramo, alla X Quadriennale Nazionale d'arte "La Nuova Generazione" al palazzo delle Esposizioni di Roma. Presenta litografie inedite alla mostra "La litografia del Busato ", al Museo Civico di Vicenza.

1976 Allestisce mostre personali presso la Galleria d'arte Velasquez di Milano, al Circolo Artistico di Cortina d'Ampezzo, alla Galleria d'arte Contemporanea di Pieve di Cadore (BL) ,alla Galleria d'arte La Cornice di Belluno, Studio Murer " I disagi della civiltà", presenta la mostra il Vice Presidente della Regione del Veneto Spartaco Marangoni, Falcade (BL). Realizza presso la Litografia del Busato con vari autori la cartella di opere grafiche "Ritorni di un poeta assassinato", omaggio a Federico Garcìa Lorca, con testo di Franco Zagato e un catalogo accompagnatorio, Nuovi Sentieri Editore. Partecipa alla Mostra per i prigioni politici in Iran alla Civica Galleria di Padova e alla Galleria Il Ponte di Scandicci.

 
Augusto e Franco Murer nello studio.
1974 - Reggio Emilia:
Inaugurazione della mostra alla Galleria d'arte 13 .
Con Franco Murer il padre, il giornalista Ulisse Gilioli,
Il gallerista Bagni e il regista Cesare Zavattini
.
1977 - Teramo:
Inaugurazione della mostra
alla Galleria d'arte Moderna. Con Franco ,
Tono Zancanaro, Carla e Pasquale Limoncelli.
Augusto e Franco Murer
nello studio.
 

1977 Ordina personali presso la Galleria d'Arte Moderna di Teramo (presentazione di Tono Zancanro e Mario Monteverdi), la Galleria Nuova Medusa di Bologna ( presentazione di Ernesto Treccani) e la Bottega d'arte di Cortina D' Ampezzo (presentazione di Dino Villani).

1978 Tiene personali a Nereto (TE) (Amministrazione Comunale) e alla Galleria Il Centro di Ancona, con presentazioni di Ulisse Gilioli, all'Expo Arte di Bari. Espone per la prima volta all 'estero, a Ginevra , alla Galleria d' Art Foresto. Esperimenta a Castelli, nel Teramano, la tecnica della ceramica insieme al padre Augusto, Tono Zancanaro e al pittore Pescatori . Il gallerista Pasquale Limoncelli, promotore di questo incontro allestisce nella sua galleria a Teramo la mostra delle ceramiche.

1979 Realizza una cartella con cinque acqueforti per l'editore Corpo e Fiore, Venezia - Roma, con presentazione di Mario Monteverdi. Tiene personali alla Galleria La Ginestra a Recanati, Arredamont di Longarone (BL) e presso la Stamperia Corbo e Fiore a Venezia. Partecipa all'Expo Arte di Bari ed alla rassegna Il figurativo alle soglie degli anni 80, occasione per un incontro organizzata dalla Presidenza del Consiglio Regionale della Campania. Alla Galleria Il sole di Feltre (BL) presenta Bagliori di spari (Morte di Apollinaire), un ciclo di opere, raccolte in catalogo dall'editore Castaldi di Feltre. Mario Monteverdi presenta, la prima pubblicazione monografica di Franco Murer edita da Nuova Sentieri Editore. Vi sono raccolte 65 opere del primo quinquennio operativo dell'artista (1973-'78), comprese alcune sculture in legno e in terracotta dipinta.

1980 Tiene personali alla Galleria Il Patio di Ravenna, alla Galleria San Giuseppe di Bologna e all'estero (Svizzera), alla Galerie d'art Au Vieux Villeneuve (presentazione Otello Pagliarani) , alla Galerie De l'Atelier di Neuchatel, e alla Salle Saint-Georges di St. Imier (presentazione di Dino Villani). Partecipa alla rassegna Eruzione del Vesuvio, catalogo Azienda Autonoma del Turismo di Pompei.
Elabora la copertina del libro La Spasema di Giuseppe Gaddi, Nuovi Sentieri Editore.

 
morte di Apollinaire
Belluno - 1977
Augusto e Franco Murer e il
poeta Rafael Alberti,
(litografia "Omaggio a
Federico Garcìa Lorca)
.
Feltre - 1979
Inaugurazione mostra alla galleria Al Sole.
Presenta Bagliori di spari. Morte di Apollinaire
Con Franco, Gino Possiedi, Silvio Garnieri,
Ernesto Treccani, Mario Morales.
Benodet, morte di Apollinaire
Olio su tela, cm 230x180, 1979.
 
1981 Allestisce mostre personali presso le Gallerie : G 20 di Macerata, La Torre di Mantova (presentazioni di William Tode e Mario Cattafesta), Cavallino Bianco di Suzzara (MN), Accademia di Belluno e d'Arte Moderna di Teramo. Le Amministrazioni Comunali di Finale Emilia e di Mirandola, presso La sala di Cultura, e la Sala Consiliare espongono le opere raccolte nel volume "Sui Battelli di Bènodet", Il Bulino, edizioni d'arte, presentate da Mario Rigoni Stern, Luigi Mattei e Mauro Bini.. Realizza una cartella di grafica per l'Associazione Appia in occasione del 24°congresso provinciale di Belluno. Sue opere compaiono nei cataloghi e nelle mostre L'arte per la resistenza, Museo Polironiano, Comune di San Benedetto Po, Sede Municipale Poggio Rusco, Edizioni incisorie di Corbo e Fiore, Fondazione Bevilacqua -La Masa, Venezia; La Bottega del Busato, litografia e calcografia in Vicenza, Villa Simens-Contarini, Piazzola sul Brenta, (PD) .E' questo un anno decisivo per la formazione artistica di Franco Murer . Con il ciclo dei boschi fa scrivere note impegnative a Rigoni Stern: "L'albero di Giotto è vasto e impressionante come una mistica foresta, e tale rimane il ricordo di chi ha visto gli affreschi degli Scrovegni; i boschi di Franco Murer sono invece i nostri boschi della montagna antica, da dove hanno ricavato vita e sopravvivenza gli antenati montanari … (Egli) con segni e colori ci dona immagini di boschi che partendo dalle prime forme dell'esistenza luce-vita ci fa arrivare al più favoloso mito della saggezza antica: all'uomo albero". Mentre William Tode, nel commentare il ciclo di Apollinaire e la grande tela Il tempo è spazio frastagliato, sottolinea per la prima volta l'esistenza, nell'arte di Franco Murer, di un rapporto tra pittura e musica ("scansione di accordi cromatici - disegnativi - compositivi").
 
Mantova ,1981
Incontro con il Presidente della Repubblica
Sandro Pertini.
Ferrara - 1982
Opera presente alla mostra
L'uomo e l'ambiente
nella personale al Palazzo dei Diamanti.
Olio su tela, cm 200x150, 1982
Milano, 1983
Mario Monteverdi presenta la mostra
alla Rizzoli Arte, Galleria Vittorio Emanuele.
Con Franco la gallerista Ursula Petrone.
 
1982 Ordina personali presso le gallerie Piccinini di Cortina D'Ampezzo, Sant'Angelo di Venezia (presentazione di Salvatore Maugeri), Gigli di Mestre (VE), Lo Scrigno di Treviso, Il Voltone di Reggio Emilia, Studio 5 di Bologna. Franco Solmi e Marilena Pasquali presentano un ciclo di opere sul tema L'uomo e l'ambiente al Centro di Attività Visive del palazzo dei Diamanti, Comune di Ferrara. Partecipa alla mostra itinerante in Unione Sovietica Omaggio a Palladio, organizzata dall' associazione Italia-URSS e su invito alla rassegna I Murales Comune di Gardone Riviera (BS).

1983 Tiene personali presso le gallerie Al Corso di Trieste, Arte Italia di Asiago (VI), La Cornice di Belluno, Saletta Gries di Bolzano, Rizzoli Arte Galleria Vittorio Emanuele, Milano all'incontro con l'arte Sala congressi ,Amministrazione comunale di Rosolina Mare. Partecipa ad Arte Fiera di Bologna, Expo Arte di Bari, alla Mostra nazionale delle Regioni d'Italia di Roma, alla rassegna L'arte e il Torchio Comune di Abano Terme (catalogo Francisci editore), alla mostra Memoria, Ricostruzione, Partecipazione, Comune di Longarone (BL). Dipinge L'Oro del Reno, ispirato all'opera wagneriana . Il ciclo, raccolto nel terzo volume Le cortèege d'Orphee, (Edizioni d'arte Il Bulino, Modena), è presentato da Carlo Federico Teodoro ed esposto presso Studio del Bulino Modena e la Galleria d'arte Città di Reggio, Reggio Emilia.

1984 Nuovi dipinti e disegni del ciclo dell'Oro del Reno dell'opera di Wagner vengono esposti nelle personali allestite allo Studio Ariele di Vicenza, alla Galleria Municipale di Oristano, alla Petrofil Gallery di Milano, alla Rizzoli Arte di Matera e di Potenza, all'Arte Italia, di Asiago (VI) alla Galleria Magazzino del Sale di Viareggio (in catalogo un acuto saggio di Paolo Rizzi). Alla Leonardo Arte di Roma espone Melodia nel tempo , una serie di opere raccolte in catalogo con presentazione di Riccardo Barletta. E' presente ad Arte Fiera, a Bologna, all' Expo Arte, a Bari , alla Rassegna d'arte contemporanea alla Scuola Grande di San Teodoro a Venezia, alla Rassegna "Dal Giardino di Getsmani alla Resurrezione", Mestre (VE). Modella la medaglia per l'associazione per la diffusione dell'opera artistica per la mostra del ventennale, Tiratura in 150 esemplari in bronzo, 10 in argento, 5 in oro; opera riprodotta in copertina del catalogo edito a Modena. A Parigi , in Rue Montpanasse conosce Mourlot lo stampatore di Picasso, Mirò , Chagall. E' una grande emozione per Franco Murer disegnare le lastre e stampare litografie nel suo atelier. E sempre a Parigi con l'editore Mauro Bini di fronte ai quadri di Watteau al Grand Palais pittore di composizioni in spazi aperti, di una pittura che esalta la vita celebrando se stessa , porta l'idea all'Hortus Deliciarum che esalta il mito dell'eterna giovinezza. Presenta questo nuovo ciclo di opere al Circolo Artistico, di Bologna raccolte in catalogo da Il Bulino edizioni d'arte con testo di Maria Grazia Accorsi.

 
Parigi ,1984 Franco Murer,
con Jacques Mourlot e Mauro Bini .
Alberich - L'Oro del Reno (Wargner).
Olio su tela, cm 150x115, 1983
Melodia nel tempo
Olio su tela, cm 250x200
Ciclo di opere esposte alla Galleria Leonardo Arte, Roma.
 
1985 Espone il ciclo pittorico Il giardino delle delizie nello Studio "Il Bulino" Modena, e nelle Gallerie : Il Triangolo Cremona, Kuperion, Merano (BZ), Locus Salus, Gioia del Colle (BA), Bevilacqua, Padova, San Marco, Bassano del Grappa (VI). Elda Fezzi sottolinea in "cronache d'arte": " Il giardino delle delizie tanto fantomatico nelle figurazioni quanto esteso, dilatato, espansivo come flusso di pittura, come disegno scorrevole e sfatto, che vuol dichiarare innanzi tutto la più ampia e allegra libertà gestuale. Il pittore attira l'attenzione, più che sulle forme e i significati della multiforme rappresentazione di mitiche e mitologiche immagini di Eden, o di delizie Curtensi, di "Concerti" e conciliaboli amorosi, sulla sua maniera di far pittura, sulle caratteristiche impulsive, rapide, di un ductus grafico che, misto ad un cangiante macchiato colorico, si spande e scivola via insieme con le larve figurali che vi sono restate rapprese. Si sa, anche in questa pittura che non intende più legarsi a precisi dettami di scuole o -ismi contemporanei, rientra di tutto, e tutto diventa, quando lo diventa espressione dell'esistere". E' presente all'Arte Fiera di Bologna, All'Expo Arte, di Bari, e Artexpo New York Coliseum. Una maternità simbolo di pace è la medaglia che realizza per il 40° della liberazione di Modena.(catalogo pubblicato dal C.I.F.R. di Reggio Emilia). L'11 giugno muore il padre Augusto. Il suo studio viene trasformato in museo contenente le opere più significative: in legno , bronzo e tecniche miste.

1986 Da Il Faust catalogo edito dalla Leonardo Arte , Roma, Sergio Rispoli scrive: " Nel suo studio, sulle montagne, la separazione tra interno ed esterno è una delimitazione più concettuale che fisica…Qui si è andato sperimentando il teatro di Franco Murer, con l'evoluzione dei suoi personaggi e delle sue storie leggendarie. E adesso, da circa due anni tutto è mobilitato per ricostruire dagli allestimenti disfatti delle precedenti rappresentazioni, i frammenti iconografici che compongono la trama di quest'ultimo spettacolo di pittura, impostato sulla lezione del Faust goethiano. In questi due anni Murer ha girovagato tra i passi del "Prologo in cielo" e della "Notte di Valpurga" indugiando, con varie tecniche e diversa intensità, a tradurre in immagini i richiami e gli spunti proveniente dai versi del poema". Su invito del Prof. Giuseppe Mazzariol le opere del Faust sono esposte al Dipartimento di storia e Critica delle Arti- Università degli Studi, Venezia con incontro e dibattito con gli studenti del corso. Tiene mostre personali presso Petrofil Gallery, Milano, Chiostro di San Marco, Firenze, Galleria Kuperion, Merano (BZ) , Villa d'Este, Tivoli, Galleria Contini - Mestre (VE), Galleria Athena Arte, Roma. Il critico teatrale e drammaturgo Ugo Ronfani organizza la mostra del Faust nel foyer del Teatro Nazionale di Milano in occasione della rappresentazione teatrale curata e interpretata da Glauco Mauri. Le opere esposte sono raccolte in catalogo Un Fast senza maledizioni con testi di Ugo Ronfani e Dario Micacchi ,edito da Nuovi Sentieri Editore. Partecipa su invito alla collettiva Un panorama di tendenze Castel Sant'Angelo, Roma, alla Rassegna Città di Camporello di Marzara, alla Rassegna Il Sacro oggi San Martino di Lupari (PD), alla Rassegna Il reale immaginario Leonardo Arte , Roma, alla Rassegna Arti visive Comune di longarone (BL), ad Arte Fiera, Bologna, all'Expo Arte , Bari e Fies '86 Parigi. Realizza graficamente i depliants e i manifesti per i convegni organizzati dalla Fisi del Veneto 1985-'86. Modella per il Comune di Falcade un medaglione coniato in argento per il premio Dolomieux. assegnato annualmente a personalità della cultura e del turismo.

 
Murer con Mazzariol e Carlo Bernini
Roma, 1986
Inaugurazione della mostra
Un panorama di tendenze, Castel Sant'Angelo.
Con Franco il critico Ennio Francia e il pitture Tonino Caputo.
Falcade, 1986
Inaugurazione dello Studio Museo
Con Franco Il Presidente della Regione Veneto
Carlo Bernini e il Prof. Giuseppe Mazzariol
Venezia, 1986
Faust- Notte di Valpurga,
opera esposta alla mostra all'Università degli Studi
Olio su tela, 180x150
 
1987 Allestisce mostre personali: circolo culturale Il segno, Brindisi, La Bancarella, Bologna, Biblioteca Comunale, Taormina, Leonardo Arte, Pistoia, Traghetto 2, Venezia, Faro Arte di Noci (TA), Kuperion , Merano (BZ), Amministrazione comunale di Cadoneghe (PD) e per la scuola media realizza una grande pittura murale trattando i temi del mondo contadino, da cui tra origine la comunità e racconta allegoricamente il passato di Cadoneghe .Amministrazione comunale Palazzetto dell'Arte, Foggia. Per i Mondiali di Atletica leggera a Roma nella nuova sede dello stadio olimpico espone opere di grandi dimensioni sulle varie discipline dell'atletica. Vincitore al concorso di Under '35 (100 artisti segnati da 100 critici) con il quadro "un Faust senza maledizioni" segnalato da Guido Perocco . Arte Fiera, Bologna. Su invito del Museo Diocesano di Venezia partecipa alla terza edizione della Biennale Nazionale d'arte sacra (premiato).E' presente con la galleria Leonardo Arte All'Expo Arte di Bari e ad Arte Fiera di Bologna. Per il mensile di attualità e cultura 50&PIU' illustra la novella " Mirko dagli occhi blu " di Luca Desiato; disegna la copertina L'uomo Narciso di Maurizio Zanon, Panda edizioni.

1988 Ordina mostre personali al Centro Studi d'arte L'Immagine, Lecce, Galleria d'arte moderna, Teramo, Casinò Municipale, San Remo, Galerie du Theatre , Ginevra dove presenta La notte di Valpurga del Faust di Goethe .Sergio Rispoli ( dal catalogo Notte di Valpurga ) .." Franco Murer evoca su scenari di elegia le fuggevoli apparizioni che animano il racconto dell'irriverente scommessa sull'immortalità della bellezza. Ma nel momento in cui si manifesta, la bellezza si decompone, mescolandosi agli elementi dello spazio, dilagando in ondate di luce-colore sulla materia delle forme, cancellando sguardi e sorrisi, addormentando gesti e membra; rendendo finalmente riconoscibili attraverso pericolose metamorfosi fauni lusingatori ed altre misteriose e subdole presenze dei boschi e delle acque che cantano di luoghi e di tempi da cui non si fa più ritorno. .." Partecipa ad Arte Fiera Bologna, Expo Arte,Bari, Art Box Carpi (MO), Arte in Riviera, Dolo (VE), Rotary International - Biblioteca comunale, Arese (MI), "La poetica dell'immagine nell'arte contemporanea" Il Segno, Brindisi Padre Felice Rossetti Direttore e Fondatore del Museo Francescano d'Arte Moderna in Assisi sceglie personalmente nello studio a Falcade l'opera Crocifissione (olio su tela, cm 150x200) per il Museo Francescano. Ha illustrato: il libro Serata d'onore, di Ugo Ronfani - Piovan Editore; il libro Racconti di ragazzi di Floriano Pellegrini, Nuovi Sentieri Editore, per la rivista di teatro Hystrio Chi ha ucciso Ledi Ofelia di Cesare Molinari, Copertina Belluno Medica , per la rivista 50&più Le illusioni di Nicomede di Maria Luisa Spaziani.

 
Falcade, 1994
Inizio Alta Via Tilman che si
conclude a ad Asiago (VI).
Ritratto del Maggiore H.W. Tilman
( medaglione bronzeo)
Storia di Cadoneghe (PD),1987
Scuole Medie Acrilico su muro,
m. 5x 8
Feltre, 1990
Presentazione del Palio.
1989 Allestisce mostre personali Galleria Albanese Arte, Matera, Galleria d'arte Giordano, Genova, Galleria Contini Amministrazione Comunale Oristano, Centro Polisportiva A. Corrassori, Modena. . Nelle Sale e nel maestoso Chiostro del centro d'arte S. Apollonia a Venezia Franco Murer presenta il nuovo ciclo di opere pittoriche ispirate al poemetto lirico biblico del Cantico dei Cantici.. Nel catalogo della mostra Maurizio Zanon scrive: "Qui non si parla direttamente di Dio, ma di un amore passionale, reciproco di una amato e di un' amata, che si raggiungono e si perdono, si cercano e si trovano: un amore tanto umano, ma che si proietta verso il divino trasformandosi pian piano nell'amore mistico: ecco il gran segreto ultimo! Dice infatti la Sposa nel Quarto Poema del Cantico dei Cantici: " Io sono per il mio diletto e il mio diletto è per me; egli pascola il gregge tra i gigli" (2,16). Il critico Paolo Rizzi per la mostra del "Cantico dei Cantici" scrive "Gioia sensuale , felicità panica attorno al mito eterno della donna.. La pittura è turgida, corposa e nello stesso tempo esalta, di tono romantico, con un andamento simbolicamente sinuoso. La donna si innesta in una concezione animistica della natura, sotto cui pulsa la forza dell'amore". Espone. Arte Roma, collettiva Petrofil Arte - Milano, Arte Fiera - Bologna, Expo Arte - Bari, mostra Eco logica - Una borsa per l'ambiente, Ateneo di San Basso, Venezia.

1990 Dipinge "il drappo", simbolo del Palio di Feltre. Recensisce Franca Visentin nella Gazzetta "La sua realizzazione impegna l'autore in una serie di disegni bozzetti, oli esposti al Fondaco delle Biade. Accanto a questa testimonianza di sensibile lettura ed interpretazione della sontuosa vicenda storica rivissuta da città di Feltre, Franco Murer espone anche una serie di dipinti che completano la fisionomia della sua peculiarità pittorica, offrendo una preziosa chiave di lettura dei motivi ispiratori che hanno consentito all'artista di farsi interprete del dato storico in piena libertà d'ispirazione. Tiene personali: Galleria Arte Viva Latina, Circolo culturale Amici dell'arte, Marzabotto (BO), Palazzo del Turismo - Montegrotto Terme (PD), Gallera d'arte Arte Viva - San Benedetto del Tronto, Palazzo Sonvilla, Chiesa di S. Antonio, San Daniele del Friuli (UD), La Comunità Montana Agordina promuove una sua grande mostra di oltre 100 opere "La Storia non contiene il prima e il dopo" Nof Filò, Cencenighe (BL). Il critico Enzo Di Martino presenta la rassegna e ne cura il catalogo. Realizza l'incisione del Premio Montegrotto-Europa per il Teatro ritraendo il drammaturgo Vaclav Havel vincitore del premio. Per la rivista Hystrio illustra "Capriccio in la minore" di Leopoldo Trieste. Per l'industria di occhiali Lumen , studia e modella le montature esperimentando forme e disegni innovativi. Gli sono affidati dal Comune di Falcade la realizzazione dei ritratti commemorativi in bronzo di Sandro Pertini ( Caviola ) e Tilman (Molino). Partecipa alla manifestazione nazionale La Modella per l'Arte Stresa. Aderisce ad Europa in Zattera, l'itinerario culturale e gastronomico disegnando il piatto ricordo. Esce la seconda monografia di Franco Murer stampata da Giorgio Editore, curata da Paolo Levi.

 
Scarpe dipinte
Cencenighe (BL), 1990
Entrata della mostra.
La storia non contiene
il prima e il dopo.
Cantico dei Cantici
Olio su tela, 110x140, 1989
Scarpe dipinte, 1990
 
1991 L'Amministrazione Comunale e la Comunità Montana di Feltre lo invitano ad esporre le opere del Faust e del Cantico dei Cantici nelle sale della scuola media "Leonardo da Vinci". Da il catalogo della mostra "La lotta per il ricordo" - Franca Visentin " La ricerca pittorica di Franco Murer penetra e trova la propria forza interpretativa non solo nelle spinte emotive e pulsioni dell'intuizione, ma anche e soprattutto nell'indagine tra gli scritti dei classici…"Tiene personali all'Oerà di Montebelluna (TV), Galleria d'arte Kuperion Merano (BZ), Arte Viva Palazzo del Turismo, Montegrotto Terme (PD), Galleria d'arte Il Chiostro Treviso, Galleria d'arte moderna Teramo. Partecipa alla Rassegna In onore di Papa Giovanni Ventitreesimo Amministrazione Comunale Merano (BZ). Per il premio Amelia cultura realizza con la collaborazione del centro internazionale della grafica di Venezia diretto da Enzo Di Martino, tre litografie interpretando il libro Oltre le sbarre di Nicolò Amato. In collaborazione con la stamperia d'arte Busato in Vicenza , viene pubblicato il volume 43 incisioni e litografie di Franco Murer.

1992 Allestisce mostre personali Arte Viva Vicenza, Galleria d'arte Meridiana Verona , L'Editore Bubola &Naibo, curatore della mostra, pubblica il catalogo "Scritture in pittura" con testi critici di Nicola Miceli e Maurizio Zanon Settembre in Villa Brandolini, Solighetto (TV), Il Ritrovo degli artisti Trento, Amministrazione Comunale di Avezzano (AQ), Arte e/o fotografia con il fotografo Mario Vidor Nof Filò Cencenighe (BL). Nella prestigiosa sede della Stamperia Busato a Vicenza espone il ciclo di opre ispirate alla poesia visionaria, lirica e surreale di "Memoire" di Arthur Rimbaud.. La presentazione di questo importante appuntamento con l'arte di Franco Murer è stata affidata a Fernando Baldini, docente in lettere all'Università di Padova e Ginevra, ha curato anche la traduzione della poesia "Memoire" e il testo critico del volume che accompagna la mostra . Recensisce Salvatore Maugeri da "il Giornale di Vicenza". "L'acqua chiara, come il sale delle lacrime infantili…" è l'attacco con cui Rimbaud inizia la sua "Memoria" e Franco Murer immagina corpi distesi di fanciulle e volti dalle chiome scarmigliate dalla brezza che fanno velo a sguardi indecifrabili , misteriosi. Partecipa alla Rassegna d'arte Contemporanea Castello di Torrechiara (Parma), alla mostra Un quadro per la Somalia, Amm. Comunale Calalzo di Cadore (BL). Modella una scultura che richiama diversi sports per Tempo di Sport 2 premio assegnato annualmente agli atleti che si sono distinti nelle varie discipline.

1993 Franco Murer è uno degli artisti italiani che hanno inteso dare un contributo alle onoranze per il Bicentenario della morte di Carlo Goldoni. Ha eseguito quattro litografie Omaggio a Goldoni in edizione numerata 1/100 e colorate a mano, sono state realizzate in collaborazione con la Viviani editore e la rivista di teatro Hystrio, editore Ricordi. La cartella è stata offerta al Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro e alle autorità convenute alla Fondazione Cini a Venezia per l'apertura ufficiale dell'anno Goldoniano. L'assessore alla Cultura del Comune di Modena Andrea De Pietri e il Presidente di Emilia Romagna Teatro scrivono ... "E' un pubblico curioso e preparato, quello che accoglierà questa esposizione di opere di Franco Murer che ha dedicato a Goldoni , nell'anno in cui ricorre il secondo centenario della sua scomparsa. Ed è giusto che siano gli ambienti del Teatro Storchi ad ospitare queste creature colorate della fantasia, dove potranno rivivere negli occhi dello spettatore ma a portata di voce di un palcoscenico, la vera casa di personaggi nati per incarnarsi nell'arte degli attori. L'ampio ciclo pittorico è raccolto in catalogo 1793 Carlo Goldoni 1993 dall'editore Bubola&Naibo con il testo critico di Ugo Ronfani. Viene esposto: Piccolo Teatro - Catania, Centro di Studi Italiani in Zurigo Aula Kantonsschule Ramibuhl in contemporanea con la recita teatrale della Compagnia Teatro Paravento di Locarno , Teatro Storchi - Modena. Ordina personali: Bottega del Quadro Feltre (BL), Eurocornice, Piove di sacco (PD), Amministrazione Comunale - Luco dei Marsi (AQ), Galleria d'arte Montmatre - Parma, Galleria d'arte Ars Nova - Spoleto, Amministrazione Comunale Coredo (TN), Le torri di Babele con il fotografo Mario Vidor, Palazzo Foscolo, Oderzo (TV), Centro d'arte La cornice - Casal del Principe (CE). Realizza un'opera bronzea per la seconda edizione del premio Turismo Veneto organizzato dalla casa Editrice omonima in collaborazione con l'Assessorato del Turismo della Regione Veneto. Esegue i disegni Una valigia di sabbia (monologo con voci di scena ) di Ugo Ronfani per la rivista di teatro e spettacolo Hystrio, Editore Ricordi. Per la Comunità di Villa San Francesco a Facen di Pedavena (BL) partecipa al progetto Un presepio firmato. E' presente ad. Arte fiera Artisti a Pordenone, Il Direttore del Centro Teatrale Emilia Romagna Edgardo Siroli organizza la mostra itinerante "Omaggio a Ferico Garcìa Lorca ". Franco Murer è presente con l'opera Le ferite bruciavan come soli alle cinque della sera, olio su tela, cm 130x140, alla vernice nella Residencia de Estudiantes a Madrid, presenzia la sorella del poeta , Isabel Garcìa Lorca.

 
Premio, atleta dell'anno Tempo di Sport 2.
Scultura, bronzo 1992
Baveno, Lago Maggiore
Raffaele De Grada e Franco Murer
alla modella per l'arte.
Opera esposta alla mostra
Le torri di Babele, Oderzo
Noi, Ponzio Pilato
Olio su tela, 100x130, 1993
 
1994 Presenta mostre personali : Marzabotto Arte, Marzabotto (BO), Galleria Lupo Arte, Palermo, Amm. Comunale, Andalo (TN), Amm. Comunale, Coredo (TN), Galleria d'arte Tiziano, Cortina D'Ampezzo, Galleria d'Arte Ducci, Vittorio Veneto (TV), Palazzo Piazzoni, Serravalle (TV), Amm. Comunale, Chies D'Alpago (BL), Palazzo della Regione, con il Maestro Remo Wolf , Trento, B.N.L. Telethon '94 Trento. Espone il ciclo Il tempo del mito e della memoria al Palazzo Ducale di Sabbioneta (MN), presentata da Leandro Ventura e Filippo Di Forti. Dal catalogo della mostra (edito da Edizioni Il Bulino, Modena ) il Sindaco Ernesto Cortelazzi ... "Sabbioneta è un luogo di memoria, di arte e di mistero che sa incentivare sempre nuove suggestioni creative: agli artisti, come anche al normale visitatore. La mostra di Franco Murer , allestita nelle sale di Palazzo Ducale e comprendente opere appositamente dipinte sulle "fonti" sabbionetane, aiuterà e solleciterà i visitatori a ripercorrere un mito." Per la chiesa della SS Trinità di Avezzano dipinge la Xlll Stazione della Via Crucis Gesù morto in croce, su invito di Mons. Franco Michetti , opere raccolte in catalogo Il Vangelo della Passione , edizioni d'arte Marconi, Genova, testi di Mons. Franco Michetti, prof. Leonello Farinacci. Partecipa alla collettiva di maestri contemporanei nell'Abbazia di Follina (TV), 25 artisti interpretano La Natività di Cristo 2000 anni dopo con tele di notevoli dimensioni, 130x150 e raccolte in catalogo con scritti di Angelo Arpa e del Priore Francesco Polotto. E' presente alla 2° Mostra di Arte Contemporanea Artisti a Pordenone. Vengono pubblicati dalla rivista Hystrio, , i disegni accompagnatori del testo L'acqua, i sogni, concerto per due voci e strumenti di Ugo Ronfani ( da l' eau et les rèves di Gaston Bachelard).

1995 Presenta un nuovo ciclo espositivo Tra scienza ed evanescenza raccolto in catalogo dall'Editore Bubola & Naibo con testo critico di Enrica Angella e Piero Bongi, testimonianze di Janus e Paolo Rizzi. Le opere vengono presentate nelle sedi: Casa dei Carraresi, Treviso, Galleria D'Arte Tiziano, Cortina D'Ampezzo, Galleria del Teatro Accademico, Castelfranco Veneto (TV). Nell'estate espone per la prima volta in Austria a Seefeld nelle sale espositive del Casinò. Tiene personali nelle gallerie Incontri Scrimin, Bassano del Grappa (VI), Il Ritrovo degli artisti, Trento, al Centro Polifunzionale con il fotografo Mario Vidor , Soligo (TV). Nella Sala degli Stemmi la Direzione del Santuario di San Vittore e Corona e L'Assessorato alla cultura di Feltre presentano il volume sui due Martiri. Ad arricchire l'opera i disegni di Franco Murer e le foto di Mario Vidor, i cui originali vengono esposti nel corso della mostra che si tiene al Fondaco delle Biade coordinata da Amore Canton Esegue il ritratto di una delle partecipanti alla manifestazione nazionale La modella per l'arte, Baveno sul lago Maggiore. In occasione del 50° Anniversario della Liberazione realizza una litografia a colori per l'API di Belluno. Per l'uscita del libro di Gianni Farinato Ribelli per la libertà (Castaldi Editore) realizza la litografia sul tema dei campi di concentramento.

 
Il ministro Carlo Tonioli, Ugo Ronfani e
Franco Murer Premio Montegrotto-Europa
per il teatro

Sabbioneta, 1994
Palazzo Ducale Opera esposta
alla mostra
Il tempo del mito e della memoria
Sabbioneta, 1994
Palazzo Ducale
Il tempo del mito e della memoria
Olio su tela, 100x130, 1994
 
1996 Tiene mostre personali al Castello Piccolomini, Celano (AQ), Biblioteca Comunale, Fondo (TN), Il Ritrovo degli artisti, - Trento, Biblioteca Civica, Breganze (VI). Per la prima volta vengono esposte le opere di pittura di Franco insieme alle sculture del padre Augusto alla Galleria L'Ariete Ponte San Pietro (BG), Antonella Zappa cura il catalogo della mostra I due Murer con testo critico di Franco Batacchi. Partecipa alla Rassegna Autori bellunesi " segnalati " al Palazzo Crepadona su invito del critico , Antonio Zampieri. Per i 50 anni dell'Unicef nella sede del Palazzo dei Trecento, Treviso è presente con l'opera L'aquilone olio su tela cm 100x130 nella collettiva Il bambino: speranza per il futuro coordinata da Renato Tasca. Le Ferrovie dello Stato ed il Comune di Belluno organizzano nella sede della Stazione Ferroviaria la mostra Arte in Viaggio, partecipa alla collettiva con il quadro La partenza, olio su tela cm 100x130. Di Franco Murer Viene edito il secondo catalogo della grafica con documentazione fotografica di Mario Vidor sulla stampa di una incisione nello studio di Franco Murer, sono riprodotte sette incisioni e trentanove litografie stampate dal litografo Giuliano Busato di Vicenza e colorate a mano dall'autore.

1997 La Galleria Il Ritrovo degli artisti di Trento organizza la mostra personale itinerante nei Comuni Trentini: Lavarone, Folgaria, Pergine (Sala della filanda), Mezzolombardo ( ex Municipio) e Lavis (Biblioteca ). Allestisce personali Marzabotto Arte, Marzabotto (BO), Casa del Pellegrino, Pompei (NA), Galleria d'Arte Petrofil Arte, Milano, Bottega d'Arte Sacile (PN), Galleria La Piccola, Avezzano e in contemporanea il Comune di Avezzano e L'Assessorato alla Cultura organizza per Eventi Estate '97 la mostra "Il tempio della Natura ed Il flauto Magico" nella Galleria Comunale d'Arte Moderna ; la mostra è accompagnata da un catalogo con testo critico di Pia Fulgenzi.. Il Comune di Carpi per sensibilizzare i giovani al recupero della memoria invita 33 artisti tra questi Franco Murer a testimoniare con un'opera di libertà e di pensiero, in un luogo di soprusi e dolore come la Fondazione Ex Campo Fossoli (1997-1999). E' presente alla mostra-omaggio a Federico Garcìa Lorca curata da Amore Canton e presentata dal Prof Mario Morales al Palazzo Piazzoni Serravalle (TV). Aderisce alla mostra "Le stelle comete" promossa dall'associazione "Portaperta" nella chiesa di Ognissanti, Feltre (BL).

1998 Augusto e Franco Murer , padre e figlio, due artisti accomunati in un'unica esposizione dal titolo "Forme e colori", inaugurata nella Conference hall del centro vacanze Union Lido del Cavallino di Venezia. Così scrive Franca Visentin su Autonomia Bellunese: " Fu maestro, Augusto Murer per il figlio Franco . Una familiarità con i segni e con i colori ma non solo: il fascino delle mani possenti che scavano la materia. Un bisogno irrefrenabile di seguire gli stessi percorsi. Sono tuttavia diversi gli approdi. E' diversa l'infanzia di Franco. E' diverso il suo modo di rapportarsi al mondo e alla cultura del suo tempo". (Catalogo con presentazione di Mario Stefani). Successivamente la mostra viene esposta nelle sale dell'ex Macello Murer in Riviera , Bronzi di Augusto Murer, Pitture di Franco Murer , promossa dall'Assessorato alla Cultura , Comune di Dolo (VE). Tiene personali alla Galleria San Martino di Castrozza (TN), al Palazzo Assessorile Amm. Comunale Cles (TN). La Galleria Petrofil Arte organizza le mostre nelle Sale espositive dell Atlantic e Hliday Inn Nizza (Francia). Alla Fiera d' Arte di Barcellona presenta il ciclo "Il flauto magico". Partecipa alla rassegna d'arte Amici di Papa Giovanni, Curno (BG), alla mostra sull' allattamento Palazzo Pretorio organizzata dall'associazione Madri di Cittadella Realizza per l'International Academy of Pathology Italian Division il manifesto e la copertina della relazione del simposio di patologia polmonare.

1999 Da il Gazzettino, Dario Fontanive scrive.." Molte persone, con in prima fila i sindaci della Valle del Biois hanno partecipato alla vernice della mostra di pittura Tempo e Tempi, ospitata nelle sale della scuola elementare di Canale D'Agordo. Una mostra importante che presenta per la prima volta assieme due "personali " di Giuliano De Rocco e Franco Murer, pittori nativi di questa valle". La mostra organizzata dalla Pro Loco e dal Comune di Canale D' Agordo (BL) è stata presentata dal Professor Paolo Tietto. Ordina personali presso le Amministrazioni Comunali Trentine: Sala Civica, Villazano, Sala Civica, Povo, Ex Municipio Mezzacorona. A Teramo presso la Galleria D'Arte Moderna. La Galleria Petrofil Arte lo presenta al Beau Rivage Nizza (Francia) Realizza una tecnica mista su carta intelata cm 130x100 "La donna nel nostro tempo rappresentata da Maestri della pittura Contemporanea" per La modella per l'Arte , le opere degli artisti sono presentate ed esposte nella Sala Congressi Hotel Le Conchiglie e al Palazzo del Turismo di Riccione. Partecipa ad Arte Padova, Genova Arte - Asta Lega italiana contro i tumori. La Galleria Deni Arte di Roma lo presenta alla Fiera d'Arte di Barcellona (Spagna), presentando le opere tratte dalla poesia Ansia di statua di Federico Garcìa Lorca.

 
Copertina del catalogo
Forme e colori della mostra
Union Lido, Cavallino (VE), 1988
Il flauto magico
Tecnica mista su carta intelata,
cm 70x100, 1988.
Franco nello studio
con la modella Samantha.
Falcade, 2000
 
2000 La Petrofil Arte Milano espone nella sede di Viale Tunisia le opere raccolte nel catalogo Fantasmi Figurali, (con testi di Mario Stefani e Franca Visentin) e organizza per Pontificio Santuario di Pompei una mostra d'arte che ricorda la storia del Santuario, nel 125° anniversario di fondazione, inserita nel Grande Giubileo del 2000, Franco Murer presenta l'opera San Michele protettore della nuova Pompei . La Galleria Tiziano di Conegliano (TV), lo presenta all' Expo Arte, Bari e nella sede di Palazzo Montalban Nuovo ordina la mostra Poesia in pittura. (catalogo edito dalla Galleria Tiziano Conegliano -Cortina D'Ampezzo).

La Galleria Ghelfi di Verona organizza una personale alle Terme Tettuccio di Montecatini e Il Ritrovo degli Artisti di Trento allestisce nelle sale delle Terme di Rabbi (TN) la mostra personale Fantasmi figurali.
Il 20 agosto a Canale D'Agordo (BL), viene inaugurato il monumento in ricordo delle vittime della strage Nazista della Valle del Biois, alla presenza del Sotto Segretario De Piccoli.
L'opera L'albero della memoria è stata realizzata in cemento bianco cm 360x180.

2001-2002 La Petrofil Arte International di Milano organizza una serie di mostre in Costa Azzurra (Nizza) e nella sede di Milano.
Esegue i dodici disegni dello zodiaco per l'oroscopo di Peter Van Wood per la rivista mensile della Fenacom "50&Più". Nel numero di gennaio "Nei segni di Murer le stelle ci parlano" lo scrittore Renato Minore ne cura la prefazione critica.
Le Edizioni d'Arte Giorgio Ghelfi di Verona pubblica un nuovo catalogo di Franco Murer con l'introduzione di Camilla Ferro e Silvino Gonzato esponendo le opere nella sede di Montecatini Terme. E' presente all'Expo Arte di Bari con la Galleria d'arte moderna Teramo , partecipa alla rassegna di artisti veneti "Il cavallo nell'arte", nell'edizioni 2001 e 2002 di Abano Terme (PD).
In agosto l'Amministrazione Comunale di Arzachena organizza la mostra "Erotismo e mito" presso la Piazzetta Rosa di Porto Cervo Marina.
In autunno nella sede Cral Breda- Fincantieri di Marghera (VE) espone il ciclo "Il mio paesaggio".
In dicembre nuove opere vengono proposte nella sede della Galleria d'arte moderna di Teramo inaugurando la mostra itinerante "Il rifugio, il paesaggio e le solitudini profonde" Le opere sono raccolte in catalogo con testo critico di Gianmario Sgattoni, ed esposte a Recanati, Galleria d'arte La Ginestra, ad L'Aquila, Comune di L'Aquila-Palazzetto dei Nobili e al centro d'arte "Lo Scanno", ad Avellino, Centro Culturale "L'Approdo" con intervento critico di Maurizio Vitiello e Stefania Marotti che sottolinea: " le tele di Murer raffigurano tutta la sua voglia di penetrare nelle solitudini profonde che accompagnano la nostra epoca. Le sue donne sono di raffinata bellezza, come l'antica Minerva o la Nike di Samotracia che l'artista reinterpreta sofferente, quasi angosciata per il destino dell'umanità. La Natura ha colori chiari, armoniosi, come il paesaggio delle Dolomiti, che fa da sfondo alla sua abitazione in Veneto.
Murer disegna anche la colomba, i cavalli quasi a voler dimenticare i conflitti che tuttora, nel Terzo Millennio, martoriano il mondo, per inseguire un volo verso L'Infinito, l'Eterno, la Pace".

 
Autunno 2002
Franco Murer in studio a Falcade
con la volpe

Franco Murer modella
con la creta una maternità.
Estate 2002
Franco all'inaugurazione
della mostra a Busche
con Canton Amore e
Loris Santomaso.
 

2002 In primavera il Comune di Marcon Assessorato alla cultura con il patrocinio della provincia di Venezia ospita presso il nuovo centro culturale "Fabrizio De André", I due Murer - Augusto "la Forma" Franco "Il flauto magico". Il critico d'arte Paolo Rizzi descrive i due Murer Padre e figlio. Lui, Augusto, uno scultore ormai storico: il figlio Franco al suo fianco. Almeno fino al 1985, quando il padre morì sessantatreenne. Da allora Franco Murer ha preso una sua strada, acquistando personalità. Ora nel nuovo confortevole centro culturale "De André" di Marcon i due sono accostati. Troviamo non poche delle splendide ben note sculture di Augusto (Legni e bronzi) e, sulle pareti, i dipinti del ciclo "Il flauto magico. Ispirandosi a Mozart, Murer junior (Falcade 1952) ha ancor più accentuato la sua vena tra il classico e il romantico, con una finezza grafica e cromatica di eccellente livello. In catalogo l'assessore alla cultura Anna Maria Bellio puntualizza: " Con questa mostra dedicata ai due Murer- il padre Augusto, scultore, il figlio Franco, pittore - si conclude il percorso di inaugurazione del nostro nuovo Centro Culturale intitolato a Fabrizio De André. Ed è nuovamente emozione".
Murer in riva al lago è la mostra personale dell'artista che apre l'undicesima festa organizzata dalla Pro Loco di Busche e dal Comune di Cesiomaggiore (BL).
Loris Santomaso nella presentazione sottolinea: …" Mi piace rilevare come fatto di grande importanza questo suo riappropriarsi del vincolo ancestrale da cui trarre alimento per dare corpo all'ispirazione. E giustamente non ha pudore Franco a confessare un intimo struggente rimpianto ed anche un angoscioso "rifiuto e non perdono per la morte di mio padre" che ha interrotto bruscamente - come egli scrive- "una complicità di dialoghi, esperienze, emozioni, frasi, domande, risposte".
Appare infine evidente che anche Franco come il padre Augusto ha svolto un incessante e feconda ricerca espressiva in tutti i campi dell'arte figurativa di cui si avvale come di uno strumento di comunicazione, forse il più efficace e certamente il più duraturo, per entrare nell'animo dell'uomo e della società e deporvi i semi della fratellanza, dell'amore e della giustizia".
Il Comune di Nereto e l' Assessorato alla cultura della provincia di Teramo in collaborazione con la casa della cultura "Carlo Levi" Teramo presentano la mostra personale di Franco Murer nella Sala "S. Allende" in contemporanea la casa della cultura "Carlo Levi" di Teramo allestisce la mostra collettiva a Tortoreto Alto nella Chiesa di Sant'Agostino di Alexie, Buffagni, Murer.
A Vipiteno (BZ), Die Zauberflöte è la mostra personale di Murer presentata da Sabine Reitmeier e dall'assessore alla cultura Martin Alber a corollario della x edizione del seminario e concorso internazionale per flauti che si svolge presso il teatro comunale.
Il prestigioso settimanale canadese "Tandem" ha riservato la copertina del n°224 di agosto, Visionary Murers. All'interno l'ampio servizio raccoglie le sculture di Augusto e le pitture di Franco con testo della giornalista Angela Baldassarre.
Per Il concorso 2002 "50&Più Prosa, Poesia, Pittura e Fotografia" Franco Murer ha creato l'opera dedicata al Premio. Annota Luciano Luisi nel testo della presentazione sulla rivista della Fenacom Egli ci propone una composizione figurativa aderente al suo mondo fantastico : in primo piano la "sua" donna distesa (e qui è una Musa augurale). ".. Per il quadro-manifesto del xx concorso che accompagnerà come riconoscimento le segnalazioni dei premi. Murer ha reso più tenera la sua tavolozza, proponendoci una composizione figurativa in cui ritroviamo alcune immagini ricorrenti del suo mondo.

 
Inaugurazione a Milano
Copertina libro
2003 - Libreria Rizzoli Galleria
Milano, Inaugurazione mostra
"La necessità del sogno"
(La leggerezza dell'anima)

Patrocinata dalla Prov di Milano
e curata da Ursula Petrone.
Medaglia commemorativa
realizzata per il XXV° anniversario
dell'elezione di
Papa Giovanni Paolo I°.
2003 - Copertina del libro
"Alpini trevigiani
nella resistenza"

per l'A.N.P.I. di Treviso.
 

2003 "La necessità del sogno" (La leggerezza dell'anima) è la nuova esposizione pittorica che Franco Murer porta a Milano presso La LibreriaRizzoliGalleria - Patrocinata dalla Provincia di Milano e curata da Ursula Petrone. In catalogo Giorgio Falossi scrive: "E' il segno del pensiero quello che scorre sulla tela. Sembra infatti che Franco Murer voglia sottolineare l'importanza del pensiero sulla forma, del sogno sulla realtà, della poesia su ogni forzatura. Rivengono con la pittura questi pensieri. I sogni e la poesia prendono la forma della realtà."…
Franco Murer ha modellato la medaglia commemorativa per il venticinquesimo anniversario dell'elezione di Papa Giovanni Paolo I°. La medaglia coniata in oro e in argento rappresenta il campanile di Canale. D'Agordo, Papa Luciani e la cupola di San Pietro a Roma, sul retro lo stemma papale.
Ha eseguito il disegno per l'annullo postale ( 26 agosto 2003), giorno dell'elezione di Papa Luciani.
Ad agosto presenta l'opera "Le voci della montagna" per la mostra "I colori del Pelmo" a San Vito di Cadore, (BL).
Partecipa alla 27° edizione La Donna del nostro tempo rappresentata da maestri della pittura contemporanea ad Acquii Terme.
La Petrofil Arte organizza a Villefranche-Sur-Mer la mostra "pentres italiens sur la Côte d'Azur,Charme et suggestion": Franco Murer, Italo Salamon, Giuseppe Tomasoni. Il critico d'arte Paul Tomatis …" Franco Murer dans un récital du cœur en ayant recors à des images précises qu'il puise dans ses souvenirs et son érudition, investi une signification sémantique dans un vocabulaire pictural pour mieux articuler l'image qu'il veut nous communiquer, au point qu'il arrive 'a nous faire voir' la beauté invisible de la musique". …
Realizza la copertina dell'agenda calendario gare 2003 per il Comitato Veneto FISI, e per l'A.N.P.I. di Treviso disegna la copertina del libro Alpini trevigiani nella resistenza.

 
2004 - Franco Murer nel suo Studio,
modella una spilla in plastilina
2004 - Franco Murer nel suo Studio,
mentre dipinge
Ottobre 2004
Franco a Bellamonte (TN)
.

2004 In Febbraio, Il Comune di Rovereto ospita nelle sale "Iris Baldessari" le opere pittoriche e le sculture di Augusto e Franco Murer. La mostra è stata presentata dal prof. Renzo Francescotti. L'iniziativa è stata curata da: Il Ritrovo degli artisti di Trento. Il catalogo edito dall'Associazione Erma, con testo critico del poeta Mario Stefani. Nel mese di Marzo la rivista "50& più" della Fenacom Confcommercio pubblica nell'inserto dossier a cura di Teresa Carrubba e Giovanna Dall'Ongaro nove immagini pittoriche di Franco Murer. Per i Giochi Sportivi Studenteschi Sport Invernali Nazionali realizza il manifesto, la copertina dell'opuscolo, la cartolina e l'annullo postale. Per l'incontro biennale del raduno delle glorie azzurre dello sci nordico è stata realizzata la cartella che accompagna la litografia opera di Franco Murer con la presentazione del campione Olimpionico Franco Nones.
A Maggio, alla Galleria d'arte "del Borgo" a Vignola (MO), viene presentata la mostra "l'arte in dialogo con l'eternità" di Franco Murer con l'intervento critico del Prof. Emilio Contini.

Monumento alla Topolino
Lavorazione Monumento "alla Topolino"
a Caviola di Falcade.
Monumento "alla Topolino"
a Caviola di Falcade.
2004 - Manifesto per
Giochi Sportivi Studenteschi
Sport Invernali Nazionali

A Giugno per festeggiare i dieci anni del raduno "Amici della Topolino" è stato inaugurato il primo monumento italiano "alla Topolino" a Caviola di Falcade. L'opera: "Topolino A" è stata modellata da Franco Murer in altorilievo e fusa in bronzo. A Giugno, la Casa della Cultura "Carlo Levi" di Teramo organizza la collettiva dei maestri: Franco Murer, Luciana Manelli e Michele Zappino, presso la galleria della "Corte Comunale" di Formia. Dal 1 Luglio al 30 Settembre "La Galleria Libreria Rizzoli" di Milano in collaborazione con La Petrofil Arte presentano le opere recenti di Franco Murer nella "Sala della Birra". Per la Città di Giulianova (TE), Franco Murer ha realizzato in memoria di Vincenzo Bindi e Riccardo Cerulli due insigni personaggi della storia e della cultura Giuliese i ritratti commemorativi in bronzo. Nelle sale della scuola elementare vengono esposte le opere di scultura e pittura. La mostra è patrocinata dalla Provincia di Teramo, il Comune di Giulianova e la Casa della Cultura "Carlo Levi". Partecipa alla mostra collettiva "I monti e il cielo. Itinerario paesaggistico tra Civetta e Marmolada". a Caprile (BL), con l'opera "Il monte Civetta", olio su tela cm 100x190. Tiene personali alla galleria d'arte "La Ginestra" di Recanati e al "Ritrovo degli artisti" di Trento, presenta una serie di opere in bianco e nero.

 
Ritocco cere in fonderia
2004 - Scultura in gesso
Ritocco cere in fonderia
Vincenzo Bindi e
Riccardo Cerulli

2005 A Moena (TN) nella Piazza Cesare Battisti è stata collocata l'opera "Il boscaiolo". La grande scultura bronzea di Franco Murer è un' opera che racchiude nel suo contesto un legame che è sempre esistito tra le due zone contermini dell'Agordino e della Valle di Fassa, si ritrovano e si riconoscono nella stessa esistenza delle loro genti e nei lavori quotidiani che queste popolazioni di montagna dovevano svolgere per poter sopravvivere in questi ambienti austeri.
Promuove insieme alla famiglia un concorso di pittura e scultura per i ragazzi della Valle del Biois in collaborazione con l'Istituto comprensivo di Cencenighe dedicato ad Augusto Murer per il ventennale della scomparsa. Franco Murer incontrando i ragazzi nella scuola media di Cencenighe ha ritratto con la creta una ragazza, dando la dimostrazione di come nasce una scultura.
"Compagni di viaggio" è il titolo della mostra che il Comune di San Vito di Cadore ha opistato nelle sale delle scuole elementari nell'estate 2005. E' una mostra autobiografica. "...nella mia avventura pittorica ho profondamente amato alcune figure emblematiche che hanno visibilmente segnato la mia esperienza artistica. Tra queste figure si stagliano su tutti mio padre Augusto, Tono Zancanaro, Seurat, Toulouse-Lautrec, Cèzanne, Renato Guttuso e il poeta Garcìa Lorca. Tra questi predomina, come naturale, mio padre, che con la sua grande maestria di disegnatore e scultore mi ha insegnato il mestiere, facendomi affacciare pian piano alla finestra dell'arte".
Nel mese di Novembre è presente alla Galleria Centro d'Arte di Funo (BO), con una mostra personale.

 
pietra Dolomia
Casa della Cultura Carlo Levi
Omaggio a Carlo Eugenio Ballan
Franco Murer
con Colombina e Arlecchino
pietra Dolomia
Casa della Cultura Carlo Levi
Teramo
Omaggio a Carlo Eugenio Ballan,
bassorilievo, Bronzo

2006 Nella presentazione in catalogo delle mostre dedicate a Mozart Ugo Ronfani ricorda "...Nel 1994 "Il flauto magico" di Mozart era già stato per l'artista falcadino un impegnativo tema di lavoro conclusosi con una mostra che era risultata essere più di un semplice omaggio al Genio della musica. La mostra amplia, prolunga e approfondisce la ricerca del '94".
Le opere pittoriche "Il flauto magico" sono state ospitate a Villa Orsini, Scorzè (VE); Ex Macello, Dolo (VE); Petrofil Arte, Milano.
Nell'estate viene presentata una particolare mostra personale a Nizza (Francia) organizzata dalla Petrofil Arte di Milano nelle sale espositive del Plaza dal titolo "Paesaggi della Costa Azzurra".
Per il centenario della nascita di Dino Buzzati ha realizzato un disegno in tecnica mista dal titolo "Quando la luna vien su dai monti per il Gruppo Italiano Scrittori di Montagna

Mario Rigoni Stern
Davanti allo studio
Franco Murer, Mario Rigoni Stern
e la Signora Anna Rigoni Stern
la montagna - Focobon
Paesaggio - Bosc Brusà

2007 Il Veneto celebra il tricentenario di Carlo Goldoni. Franco Murer rende omaggio al grande commediografo del '700 con la mostra "Paesaggi teatrali" per iniziativa del Comune di Chies D'Alpago (BL) e curata da Giovanna Corazzon.
Nel catalogo "la poesia vestita di colori" Tiziana Agostini scrive" ...Spazio scenico della finzione teatrale e intimità domestica si sovrappongono nei quadri quale metafora del nostro tempo"televisivo" in cui reality show mimano la vita reale è drogata dall'immaginario televisivo. Onesti e sinceri diventano così gli Arlecchini, i Pantaloni, le Colombine protagonisti della prima stagione teatrale di Goldoni e dell'attuale stagione figurativa di Murer".
Nel mese di Settembre il Comune di Bologna, Quartiere Savena ospita nella sala Diana Franceschi, nella villa Aldrovandi Mazzacorati la mostra "Il colore nel teatro" organizzata dall'Associazione 700 e da Giuliana e Corrado Ricci.
Le opere in omaggio a Carlo Goldoni sono presenti nella mostra personale alla Galleria San Giorgio di Mestre (VE). La Cia di Venezia dedica in ricordo di Eugenio Bruno Ballan, nella sala riunioni, un bassorilievo in bronzo e una incisione che ritrae il personaggio e il mondo contadino.
La mostra itinerante, "Fra due muse", pittura e scultura, è esposta alla Rizzoli di Milano, Galleria Vittorio Emanuele e nella sala espositiva dell' hotel Boscolo Plaza di Nizza, coordinata dalla Petrofil Arte. In mostra i sogni di Murer, la personale organizzata da Pasqualino Limoncelli e la casa della cultura "Carlo Levi"di Teramo.
Partecipa alla collettiva "Il cavallo nell'arte" a Villa Bassi Rathgeb di Abano Terme e alla mostra "Le montagne del cuore", organizzata dal Comune di Falcade in occasione dei cento anni della costruzione del rifugio Mulaz.

 
Sala espositiva - Atene
Marcorè osserva la I Stazione
2008 - Sala espositiva
Atene
2008 - Marcorè osserva la I Stazione
della Via Crucis - Canale D'Agordo
Medaglia commemorativa Papa Luciani - 2008

2008 A Feltre (BL) l'omaggio "Il teatro di Carlo Goldoni", è un passaggio "naturale" nella Bottega del Quadro dei fratelli Rossi, città che ha avuto ospite Carlo Goldoni nel 1728.
La Pinacoteca Greca di Kalamata ospita La Venezia di Carlo Goldoni nel mese di Maggio e dal 5 Giugno al 15 Luglio le opere sono esposte nella prestigiosa sede dell'Istituto Italiano di Cultura di Atene.
Nello spazio Klien nel Municipio di Borgo Valsugana (TN) è invitato ad esporre con il padre Augusto alla mostra "8 DINASTIE DI ARTISTI".
Al centro culturale Daniel Nijs presenta la mostra Colori e trasparenze con Giampaolo Seguso. Realizza per la Petrofil Arte di Nizza una mostra dedicata alla Ferrari F1 in occasione del gran premio di Montecarlo.
E' invitato dal C.I.F. VE - Comunità di Villa San Francesco a dipingere un quadro Maria donna del terzo giorno addestrami a leggere la storia alla luce dell' Apocalisse per il progetto infinitamente dolce. Realizza la medaglia commemorativa e l’annullo filatelico per il trentesimo anniversario dell'elezione di Giovanni Paolo I, è incaricato dal comitato per il trentennale di Papa Luciani a eseguire la  Via Crucis in bronzo (quindici formelle cm 40x50) posizionate su pietra Dolomia nella Via Cavallera di Canale D'Agordo (BL).
La Via Crucis è  pubblicata nel catalogo Arte e Pietà in un sentiero del bosco  con  presentazione di Paolo Tieto, testimonianze di Rinaldo De Rocco, Dario Fontanive, Riflessioni di Albino Luciani a cura di Pia Luciani e il DVD presentato in ottobre presso l’ Ateneo di Treviso – Palazzo dell’Umanesimo.
Per i campionati italiani Ragazzi di sci nordico esegue il manifesto e un’incisione a ricordo dell'evento. Partecipa dopo un laboratorio eseguito alla scuola Cima di Conegliano alla collettiva Operare mostra - Palazzo Da Collo.

 
Kalamata, Grecia
Pinacoteca La Venezia
di Carlo Goldoni
Via Crucis per Papa Luciani,
26.08.2008 Via Cavallera
Canale D’Agordo (BL)
Annullo Albino Luciani
30° Anniversario
al Soglio Pontificio

2009 - L’anno 2009 inizia con lo studio dei vangeli per preparare i bozzetti sulla vita di San Giuseppe.
Modella il Trofeo Franco Manfroi , vinto da Cristian Zorzi del gruppo sportivo Fiamme Gialle di Predazzo, Canale D’Agordo (BL). Promuove con Elio Armano, l’Associazione ERMA e la Regione Veneto la mostra itinerante Ciao sergente! Omaggio a Mario Rigoni Stern a un anno dalla scomparsa. Inaugurata il16.06.09 a Falcade, Museo Murer; Comune di Monselice, Complesso monumentale San Paolo; Ex Macello, Dolo; Sala Gran Guardia a Piazza dei Signori, Padova e Biblioteca Comunale Ponte San Nicolò, (PD).
Crea l’annullo, la cartolina postale e i premi raffiguranti: l’alpinismo in attività, per la carriera alpinistica e per la cultura alpina per la XII edizione Premio Pelmo d’oro, Sala convegni, Comunità Montana, Agordo (BL).
Espone alla Galleria del Colonna, all’interno del palazzo Segni, la mostra personale Forme e colori.
Da arte.go, Sabrina Bagatta …”Tra gli ultimi lavori creati dall’artista figurativo, sono esposte opere raffiguranti corpi giovanili (siano esse ballerine o dame vezzose disegnate con tratto fluido e colori ora vivaci e a tratti invece pastellati) ed anche sempiterne maternità scolpite in bassorilievi con abbondanza di drappeggi. In memoria del Maestro Giuseppe Ricciotti, ha modellato il ritratto, fuso in bronzo, collocato nel giardino della scuola elementare di Nereto, (TE).

 
Franco Murer
con il trofeo
Franco Manfroi
Nereto, (TE)
Ritratto del Maestro
Giuseppe Ricciotti
Cartolina postale
Pelmo d’oro

2010 – Vince il concorso per le sei formelle bronzee destinate alla centesima fontana nei giardini vaticani, raccontano la vita di San Giuseppe. Benedetto XVI il 5 luglio, nei Giardini vaticani, ha inaugurato la Fontana di san Giuseppe, realizzata dal Governatorato in omaggio al nome di battesimo del Papa. La fontana formata da due vasche digradanti, la prima di sei metri e la seconda comunicante di otto metri, con al centro una palma, è arricchita da sei formelle bronzee, dedicate allo sposalizio, al primo sogno di Giuseppe, alla nascita di Gesù, alla Fuga in Egitto, al ritrovamento di Gesù nel Tempio e al lavoro nella famiglia di Nazareth. “Nel realizzare quest’opera Franco Murer ha avuto presenti, alcuni versetti della Bibbia, là dove Giuseppe è paragonato a una vite feconda, una vita che è particolarmente florida in virtù della località in cui si trova, ovvero della sua vicinanza a una fonte che la rende rigogliosa, a tal punto anzi da abbarbicarsi con i suoi tralci sui vicini muri. Ed ha egli inoltre guardato con scrupolosa attenzione ai Vangeli di Matteo, Marco, Luca e Giovanni e a quelli apocrifi, pure fonte di notizie sul padre terreno di Gesù e sullo stesso suo figlio”. (Paolo Tieto)

 
-....
Franco Murer in studio mentre modella le formelle in creta per
la fontana di San Giuseppe.
Medaglia Premio
PAPA LUCIANI
Particolare
Sposalizio-Maria

Modella il medaglione coniato in argento per il premio “Giovanni Paolo I”, rappresenta lo stemma del Comune di Canale D’Agordo, San Giovanni Battista patrono del paese e Papa Giovanni Paolo I. In agosto viene inaugurato il sacello in via Cavallera della copia della Beata Vergine di Pietralba, in pietra. Il capitello è stato realizzato su progetto dell'arch. Daniele Ganz e impreziosito dalla formella bronzea che raffigura la processione degli abitanti della vallata, da Canale D'Agordo al Santuario di Pietralba. L’agordino ha un’antica tradizione di pareti affrescate che raccontano storie dei paesi e delle genti. Murer esegue un grande acrilico su muro “Storie della casa” - L’albero della vita, titolo suggerito dallo scrittore Arno Baehr, realizzato a Falcade, è il racconto delle famiglie con le loro speranze, dolori e mestieri che hanno svolto nell’edificio.
In autunno, la cantina dell'Agricola Poggio Rubino crea una serata d'eccezione per la presentazione delle Magnum di Brunello di Montalcino. Franco Murer, durante la serata ha dipinto una bottiglia da tre Lt, la prima bottiglia realizzata per la galleria d’arte del Brunello che si trova ora esposta presso L’Enoteca Italiana di Siena. Partecipa alla collettiva “ Nello spazio della Croce” 12 artisti che reinterpretano la croce di Giotto promossa dalla Galleria Melory&Rosenberg nella Chiesa di San Salvador e nella chiesa di San Rocco – Venezia
Per Al-Cantara O’ Scuru O’ Scuru - Fondazione la Verde San Giovanni La Punta (CT) disegna un’etichetta speciale per un vino speciale. Esegue per il Premio Sportivo dell’anno, promosso dalla Provincia di Belluno, il trofeo Atleta, fuso in bronzo nella fonderia Venturi Arte di Bologna. Il premio Sportivo dell’anno Atleta è il riconoscimento alla fatica, al sacrificio ai valori che attraverso la disciplina sportiva si trasmetto alle giovani generazioni, consegnati a Gabriele De Nart, Oscar De Pellegrini e Juventus Alpina. All’Auditorium di Santa Croce di Treviso presenta in occasione del 30° di fondazione della Comunità Quadrifoglio L'Arte Sacra. Presentazione dell’architetto Luigi Zanatta con interventi di Tullio Giacomini e Mariano Maggiotto. Ritrae Gianni Pellicani per l’annullo e la cartolina per l’inaugurazione a suo nome della Piazzetta per la Città di Mestre-Venezia.
Il 25 Dicembre a mezzanotte inaugurano la mostra promossa dalla Pro Loco e dal Comune di Canale D’Agordo, Franco Murer e l’arte sacra. Sono esposti nella Sala Consiliare i disegni preparatori per la Via Crucis di Papa Luciani

 
Acrilico su muro
Storie della casa
L’albero della vita
Via Cavallera Saccello
Processione
Canale D’Agordo - Pietralba
Gianni Pellicani

2011 – E’ invitato a presentare il bozzetto per il progetto di una statua raffigurante San Michele Arcangelo mentre trafigge satana per il concorso indetto dal Governatorato della Città del Vaticano da collocare nei Giardini Vaticani. Partecipa con L’Arcangelo Michele alla mostra “Angeli per un Museo” organizzata in occasione delle celebrazioni per i 150° dell’unità d’Italia, opera che resterà in permanenza nel Museo degli Angeli a Sant’Angelo di Brolo (CT). A Nereto (AQ), nella sala Allende, la mostra personale promossa dall’assessorato alla cultura del comune vibratiano, in collaborazione con la Provincia di Teremo e con la Casa della cultura “Carlo Levi” di Teramo.
Per iniziativa del console onorario Margherita Bovicelli , la Provincia di Messinia (Peloponneso – Grecia) rende omaggio all’Unita d’Italia con una rassegna di autori italiani. Per il manifesto di questa iniziativa (18 Giugno-16 Luglio) è stata scelta l’opera Giuseppe Garibaldi - olio su tela 70x100 di Franco Murer. Crea il manifesto La parola e l’immagine per il concorso 50&Più – Fenacom Prosa e Poesia, Premio Città di Assisi 2011. La fonte Battesimale della Pieve di Canale D’Agordo e l’effige di Papa Luciani sono i soggetti che modella per la medaglia commemorativa coniata per la Fondazione Papa Luciani in occasione del centenario dalla nascita di Giovanni Paolo I (1912-2012). La casa editrice di Monte Carmelo di Burgos – Spagna, pubblica il volume La fuente de San José di Rafael Palmero Ramos con riprodotte le sei formelle in bronzo realizzate da Franco Murer per la centesima fontana nei giardini vaticani. Il 7 Ottobre l’amministrazione comunale di Nereto degli Abruzzi e l’Associazione Ferdinando Ranalli per ricordare i duecento anni della nascita dello scrittore e storico Domenico De Guidobaldi inaugurano il busto bronzeo dello studioso, opera di Franco Murer. Partecipa alla mostra collettiva seiperventi Galleria d’Arte Studio 71 – Palermo. All’’esposizione personale nelle terre del Brenta, all’Ecomuseo di Mira (Venezia) propone Immagini sacre dedicate a Papa Luciani. Al Sasso di Stria (Falzarego), allestisce il presepio con le figure della Sacra famiglia scolpendone i volti e sul fondale un grande pannello con le figure dei pastori, le vesti dei personaggi sono state create da Elda Andrich.

 
Arcangelo Michele
Bronzo h 52 cm x 30 x 38
La parola e l’immagine
per il concorso 50&Più
Ritratto di Domenico Guidobaldi
Bronzo - 2011

2012 - La copertina di febbraio della rivista mensile L”Alpino”, organo ufficiale dell’Associazione nazionale alpini e il manifesto ufficiale della prima Alpiniade –Campionati tricolori di sci dell’Ana, Valle del Biois 8-11 Marzo è stato riprodotto il disegno di Franco Murer. Partecipa alla rassegna Resistenza ad arte – Commemorazione del 68° anniversario dell’eccidio di Montemaggio promossa dall’UNIONE COMUNALE DEL CHIANTI FIORENTINO – Sala U. Cappuccini, Barberino Val d'Elsa . Il 25 Aprile, il sindaco di Falcade, Stefano Murer inaugura nella Piazza del Municipio la Fontana monumentale di San Sebastiano per ricordare i 150 anni dell’Unità d’Italia. Sul basamento in pietra Dolomia è stata posizionata la formella 70x140 in bronzo con la figura del patrono San Sebastiano e i campanili delle frazioni del Comune di Falcade e a filo d’acqua, nella vasca, un triangolo con adagiate tre colombe. Franco Murer per creare l’opera si è ispirato alla poesia “Memoire” di Arthur Rimbaud: “ l’acqua chiara come il sale delle lacrime infantili … Partecipa con l’opera Cristo, Olio su tavola cm 57,5x114 alla mostra al Complesso Monumentale “Guglielmo II di Monreale”, opera in permanenza al Museo Diocesano di Monreale. La Diocese de Blumenau – Brasile, pubblica Via Sacra con i quindici disegni preparatori per le formelle della Via Crucis per Papa Luciani. Per il cinquantesimo anniversario della morte modella il ritratto del Gesuita Padre Felice Maria Cappello e inaugurato nella Pieve di Canale D'Agordo – il 18 Agosto dal Cardinale Giovanni Battista Re e il vescovo Giuseppe Andrich. Partecipa alla Biennale - XI Edizione, Scultura, Pittura , Letteratura FRANCO MURER - ENNIO TONIATO - DOM FRANCESCO G.B.TROLESE, Sala Borsellino" di Campagnola di Brugine – Padova. Il 17 Ottobre 2012, giorno del centenario della nascita di Albino Luciani, è stata posizionata nel giardino della casa natale la formella bronzea “Io sono il piccolo di una volta” che segna una delle partenze della “Via dei Papi”, itinerario religioso che congiungerà il Veneto alla rete dei grandi cammini spirituali europei.

 
Fontana - Piazza Municipio Falcade
Alpiniadi
Padre Felice Cappello - Gesso
2013 – Il ritrovo degli artisti di Trento apre l’anno nuovo con la personale di Franco Murer, Pittura e Scultura. Mercoledì 6 febbraio presso la Libreria Internazionale Paolo VI a Roma è stato presentato il volume del Card. Giovanni Lajolo "Passione e risurrezione. Riflessioni sul vangelo secondo Giovanni" edito dalla Lev. Interventi: Mons. Luigi Cavaliere, canonico della Basilica di San Pietro, e Isabella Salandri, collaboratrice dei Musei Vaticani. Coordinatrice Neria De Giovanni. Nell'ambito dell'evento sono esposti gli originali dei disegni che impreziosiscono l'opera in mostra fino al 9 febbraio. Franco Murer e Antonio Giuseppe Lomuscio ne sono gli autori. Il 5 Marzo all’Istituto Patristico Augustinianum viene presentato il libro Via Crucis, del Cardinale Giovanni Lajolo Edizione Libreria Editrice Vaticana , illustrato da Franco Murer e i disegni originali riprodotti nel volume esposti nelle sala dell’auditorium. Modella il ritratto di Ellen Johnson-Sirleaf, Presidente della Repubblica della Liberia e Premio Nobel per la pace nel 2011, (Monrovia 2013). In Giugno, al Castello di Andraz, Livinallongo di Col Di Lana saranno esposti i disegni di Franco Murer che ripercorrono le tappe del trekking a cavallo nei Sentieri dolomitici dal 2001 al 2013 promossi da “Dolomiti Horse’s Game” , Club le Piane. Al Sasso di Stria ai Piani del Falzarego nelle sale dell’hotel presenta “Il cavallo nell’arte e i percorsi Dolomitici”.
L’ Assessorato alla Cultura del Comune di Puos D’Alpago in collaborazione con la Pro Loco organizza la mostra personale di Franco Murer – Un omaggio al giro del lago, presso la sala espositiva del Municipio. Un disegno dell’artista è impresso nelle magliette e consegnate ai partecipanti della 19esima edizione della corsa del giro del lago di Santa Croce (BL). Partecipa alla mostra Dentro il ritratto promossa dall’Associazione Arte e Cultura La Corte di Felsina, Bologna – scrive Anna Rita Delucca … I ritratti di Murer, intimi e delicati, dai cromatismi leggeri, come le leggiadre fanciulle con le colombe del ciclo “Compagni di viaggio”, sono forieri di luce ed espressivi di pura bellezza contenuta in quei volti che sono i volti dell’anima. E’ presente con le opere “Le voci della montagna ad Arte Fiera Dolomiti, 2013 Longarone,(BL)
 
Studio
Albino Luciani - Canale D'Agordo
Formella in Bronzo
Porta in Legno con cavalli in gesso
Castello di Andraz sullo sfondo
2014 – Il 15 Gennaio nella sala audiovisivi della Biblioteca Delfico si è svolta la cerimonia di donazione della scultura “La notte”, 1979 di Franco Murer. Donatori i fratelli Silvio e Paolo Araclio. La scultura che per tanti anni era rimasta collocata sulla tomba dell’animatore culturale Umberto Araclio ora è esposta in una sala prestigiosa della Biblioteca Teramana. …”Trovo le illustrazioni molto belle. Franco Murer al quale siamo debitori per la fontana di san Giuseppe, è un artista che nella sua lingua moderna sa avvicinare gli occhi e lo spirito alle cose della fede”. Queste le parole che il papa emerito Benedetto XVI ha voluto porgere nella lettera indirizzata al Cardinale Giovanni Lajolo che gli aveva fatto dono in anteprima del suo nuovo libro Lettere alle amiche illustrato con i disegni di Franco Murer. Il libro è stato presentato: Auditorium del Museo di Santa Caterina, Treviso da Giandomenico Mazzocato; Incontro con l’autore Libreria internazionale Paolo VI, Roma con l’esposizione dei 18 disegni originali, presentati dal Prof Mario Dal Bello; Sala espositiva Comunale, Teramo da Giuseppe Maretti e il Cardinale Giovanni Lajolo e al Consultorio Famigliare Diocesano, nei locali del Focolare "Maria Regina" di Scerne di Pineto, (TE) presentato da Giulia Paola Di Nicola.
Alla casa delle regole di Canale D’Agordo si è reso omaggio a Giovanni Fontanive attraverso le opere di Augusto Murer “ Ghe rivarem a Baita?, con la mostra delle incisioni dedicate alla ritirata di Russia, con gli scritti di Mario Rigoni Stern e le porte dipinte e modellate in gesso di Franco Murer con i ritratti dello scrittore. In occasione nell’anniversario della salita al Soglio pontificio di Albino Luciani, era stata inaugurata la passione di Cristo. Quindici formelle bronzee della Via Crucis, collocate lungo la Cavallera, sentiero che unisce Canale D’Agordo a Caviola. I bozzetti eseguiti in tecnica mista, cm 40x50 sono andate a costituire le immagini della Via Crucis nella chiesa di San Pietro in Bosco a Oriago, (VE). Per l’occasione è stato edito un piccolo volume con testi di Elsa Marchiori per accompagnare la lettura religiosa, artistica e simbolica dei disegni di Murer e dell’architettura della chiesa in cui sono stati inseriti.
 
San Martino

Franco Murer con l'Architetto
Franco Posocco e il
Cardinale Velasio De Paolis
 
La Scuola Grande di San Rocco di Venezia ha commissionato agli scultori Gianni Aricò e Franco Murer i bassorilievi dei due confratelli, entrambi patriarchi e pontefici: Angelo Roncalli e Albino Luciani, posti sull’altare destro della chiesa di San Rocco.
La cerimonia dell’inaugurazione è stata presieduta dal Guardian Grando arch. Franco Posocco e dal Cardinale Velasio De Paolis.
Partecipa alla collettiva itinerante i Carabinieri nella storia a cura di Francesco Scorsone: Castello La Grua Talamanca Carini(PA), Museo degli Angeli – Sant’Angelo di Brolo (ME), Oratorio Maria Santissimo del Rosario di Valledolmo, Centro polifunzionale di Nissoria, (EN). Il Comune e la Pro Loco di Canale D’Agordo organizzano la mostra “Una porta sul passato” a 100 anni dalla grande guerra.
Mostra all’aperto di antiche porte dipinte. Evocatori in costume dell’epoca hanno presenziato alla messa in onore ai caduti e sull’altare è stata collocata la porta “Speranza”. 1914 Lettere dal fronte 2014 – Giro, giro tondo casca il mondo, è la mostra proposta al Castello di Andraz – Livinallongo del Col di Lana (BL) per ricordare i cento anni della Prima Guerra Mondiale e all’hotel Sasso di Stria che fu ospedale da campo ai Piani del Falzarego, teatro della Grande Guerra. Il conviviale “Fortino della Specola” promosso dal Rotary Club di Teramo ha consentito all’artista di Falcade Franco Murer di illustrare la personale che ha allestito ad iniziativa di Pasquale Limoncelli, animatore della Casa della cultura “Carlo Levi” di Teramo. La mostra inaugurata il 12 settembre è stata presentata da Sua Eminenza il Cardinale Giovanni Lajolo e valorizzata dal vescovo di Teramo-Atri Monsignor Michele Seccia. … In mostra richiami biblici ed evangelici - dalle crocefissioni, alle natività, alle poetiche rappresentazioni del Cantico dei cantici, alle figure di donne quali Giuditta, Ester (ritratti che arricchiscono il libro del Card. G. Lajolo, Lettere alle amiche), di San Martino e San Michele – sia perché anche nei temi più “laici” - come le pregevoli raffigurazioni della maternità, i ritratti di bimbi, i richiami alla grande guerra, con la sofferenza dei soldati troppo a lungo lontani da casa e l'attesa trepidante di mogli e madri che aspettano notizie dal fronte – l’artista rivela una sensibilità umana e cristiana trasfusa nelle tele, nei piatti di ceramiche, nelle antiche porte. Vengono in evidenza i temi ricorrenti del travaglio umano nella sofferenza del Cristo e dei tanti poveri Cristi travolti dalle guerre, e l’innocenza dei bambini che giocano ignari con antichi trastulli e sono in grado di contagiare gli adulti, invitandoli mutamente a sorpassare i limiti della ragione, del tempo, del calcolo dei vantaggi e persino il peso delle sofferenze. (da L’Araldo Abruzzese 28 settembre 2014 Giulia Paola Di Nicola).
A
Novembre nell’Antica Canonica a Pianiga (PD) e nella città di Campodarsego (PD), la mostra delle antiche porte, Giro, giro tondo casca il mondo, il ciclo pittorico in cui i giochi spensierati dei bambini emergono in primo piano insieme alla speranza, mentre restano sullo sfondo i soldati e i disastri e sofferenze della guerra.
 
Esposizione alla
Casa delle Regole
Canale d'Agordo (BL)
Franco Murer con
Sua Eminenza il
Cardinale Giovanni Lajolo
Teramo
Franco Murer con
Sua Eminenza il
Cardinale Giovanni Lajolo
ed il Gallerista Pasquale Limoncelli
 
Al museo "Santa Caterina" a Treviso, Sergio Tazzer presenta il suo libro "Grande guerra, grande fame" con l'esposizione delle porte dipinte e modellate in gesso della Grande Guerra di Franco Murer. Realizza il manifesto per il convegno 2014 Presidenza italiana del Consiglio dell'Unione Europea Evento parallelo del Semestre europeo, la copertina del libro I cavalli di Murer di Giampiero F. Adornato – Falco Editore. E' autore della Via Crucis dedicata a Papa Luciani costituita da quindici formelle in bronzo posizionate lungo un sentiero nel bosco di Canale D'Agordo. Gli originali in gesso della Via Crucis bronzea, sono collocati all'interno della chiesetta Alpina dedicata all'emigrante e a Papa Luciani a Morro Boa Vista a Jaraguà Do Sul in Brasile. Dipinge sulla parete chiesetta, accanto all'abside l'Arcangelo Michele e un Cristo in croce all'interno del capitello realizzato dagli alpini agordini mentre le pareti esterne sono affrescate con i racconti dell'emigrazione veneta in Brasile, realizzati dalla pittrice Anna Marmolada. Presenta il pannello di bronzo Natività per la 7° edizione I presepi d'arte all'Oratorio Donati Stecchini, Olmo di Mira (Venezia)
 
I cavalli di MURER
Morro Boa Vista Brasile
copertina del libro
I cavalli di Murer
di Giampiero F. Adornato
Falco Editore
Porte in legno dipinte e lavorate in gesso -
2014 Franco Murer esposte il 7 novembre 2014
al Museo di Santa Caterina di Treviso
Morro  Boa Vista a Jaraguà Do Sul in Brasile
San Michele dipinto all'interno della chiesetta

2015 - Da L'Azione Settimanale della Diocesi di Vittorio Veneto - Cristina Falsarella Le due nuove formelle in bronzo di Franco Murer dedicate ai nostri papi presso la cripta in Cattedrale. La benedizione da parte del Cardinale Beniamino Stella il giorno di san Tiziano La cattedrale di Vittorio Veneto si arricchisce di due nuove opere d'arte. Si tratta di due formelle in bronzo realizzate dall'artista bellunese Franco Murer raffiguranti l'una i pontefici Giovanni XXIII e Giovanni Paolo I in dialogo, l'altra Giovanni Paolo II stringe la croce astile. I due rilievi sono dono prezioso alla Cattedrale vittoriese, il primo da parte della veneziana Scuola Grande di San Rocco e del suo Guardian Grando, l'arch. di origine vittoriese Franco Posocco, il secondo da parte di quest'ultimo e della sua famiglia in memoria dei genitori Tiziano e Maria.
Nel mese di Maggio l'Università Popolare di Padova in collaborazione con il Circolo Unificato dell'Esercito di Padova presenta la mostra al Palazzo Zacco a Padova - Franco Murer e la Grande Guerra a cura di Luigi Ronca e presentata da Pier Luigi Fantelli …Franco Murer ha da sempre costruito la sua opera nella dimensione della memoria ed è così che è nato un "racconto che non è una ricerca del tempo andato e tempo ritrovato, ma del tempo da scoprire". Non poteva mancare quindi, in questo continuo tempo da scoprire, un capitolo dedicato a quella Grande Guerra che la sua gente ha vissuto con intima lacerazione sociale ed esistenziale: dopo "Il mio paesaggio" e "Compagni di viaggio" il nuovo ciclo "1914: Giro, giro tondo casca il mondo" si muove seguendo la serie concettuale guerra-sofferenza-speranza-futuro-bambini-giochi basata sui ricordi di infanzia, sui racconti e sulle "memorie" collettive della sua Falcade…. E a Luglio per i Notturni d'Arte a Palazzo Zacco, la Grande Guerra il 29 luglio 2015 Eventi a Padova sono esposte per la serata le porte di Franco Murer 1915 Lettere dal fronte Manifestazione organizzata dall'Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Padova dedicata quest'anno alla Grande Guerra in occasione del suo centenario.

Altare nella chiesa di San Rocco a Venezia
con le tre formelle in bronzo di Franco Murer
Due formelle in bronzo raffiguranti l'una i pontefici
Giovanni XXIII e Giovanni Paolo I in dialogo, l'altra Giovanni Paolo II stringe la croce astile nella chiesa di San Rocco a VENEZIA
Palazzo Zacco a Padova
Illustra le testimonianze della seconda guerra mondiale di persone greche per la mostra itinerante Ricordi in bianco e nero nelle città: Lepanto (Nfpaktos)  11-31 luglio presso la sala espositiva del comune;
Messini 8-12 agosto presso la sala Tasso; 
Kos  26 agosto-15 settembre;
Lekoxora Leros  25 settembre 10 ottobre nella sede della vecchia dogana ad Ag. Marina;
Volos 30 Novembre,
Atene nelle sale dell’ Istituto Italiano di Cultura, 19 febbraio-5 marzo 2016.
(Quindici opere per raccontare  … piccoli episodi, momenti di quotidianità dove le persone, non per una tregua o un armistizio, ma solo per il fatto di appartenere al genere umano non si accorgono delle divise, si scordano delle armi e tendono la mano per solidarietà, amicizia, amore…. (Margherita Bovicelli da il catalogo Ricordi in Bianco e nero – ED Erma Museo Augusto Murer).
In ricordo dello scalpellino italiano (Torino), militare a Lepanto dal 1943 al 1945 Franco Murer modella la formella Guido collocata nella chiesa ad Agrapidokampos (Lempato).
Per centenario della Grande Guerra, il Comune di Canale D’Agordo e la Pro loco organizzano una rievocazione storica in Piazza Papa Luciani “Una porta sul passato” con la mostra di grandi porte sulle quali sono state dipinte scene di vita e di trincea del primo conflitto mondiale. La mostra è stata presentata da Roberta Villa con l’intervento di Sua Em. Giovanni Lajolo, inoltre nella Sala Consiliare l’esposizione di Augusto e Franco Murer  “Il coraggio delle donne nella Grande Guerra” : i disegni preparatori e il bozzetto del monumento Alla Vittoria di Vittorio Veneto di Augusto e le porte e disegni delle crocerossine di Franco Murer.  Presenta con Elsa Marchiori il libro e le porte a Canale D’Agordo, Madre per sempre (ed. Charta Bureau) – racconto di Elsa Marchiori ispirato dalle opere di Franco Murer dedicate alla guerra sulle Dolomiti.
Opera esposta in Grecia
Ricordi in bianco e nero, racconti Vissuti
Testimonianza di 
Athanasio Paraponiari,Leros 

Franco Murer con Margherita Bovicelli, Agente Consolare Onorario d'Italia
per il sud del peloponneso, Sindaco di Lepanto T. Loukopoulos, 
vicesindaco di Lepanto K. Salamoura
a Lepanto
ROMA
Sua Eminenza il
Cardinale Giovanni Lajolo
presenta il suo libro "Inviti a casa mia"
Al Sasso di Stria, Livinallongo (BL) presenta la mostra Il coraggio e la forza delle donne nella Grande Guerra e nell'occasione Sergio Tazzer presenta il libro Piccolo abecedario della Grande Guerra.
Illustra con trenta tavole il libro "Inviti a casa mia" del Cardinale Giovanni Lajolo edito dalla LEV. Il libro è stato presentato presso l'Istituto Patristico Augustinianum di Roma dal dr. Barbara Jatta, curatore del Gabinetto della Grafica della Biblioteca Apostolica Vaticana, e dalla dr. Francesca Rebecchini Lanfranchi, poetessa e critica letteraria. Il cardinale Giovanni Lajolo all'interno del volume propone una serie di "viaggi letterari" volti a scoprire la bellezza delle "cose di casa" attraverso riferimenti letterari e biblici. L' Ateneo di Treviso con il patrocinio della Città di Treviso presso il seminario vescovile nella Sala Longhin, promuove l'incontro con il Cardinale Giovanni Lajolo, lo scrittore Gian Domenico Mazzocato e L'arch. Luigi Zanatta per la presentazione del libro - Inviti a casa mia. E' presente con le opere della Grande Guerra all'Arte Fiera e All'Arredamont di Longarone (BL). Al Centro Polifunzionale e Biblioteca Civica Lentiai (BL) presenta la mostra Il Ponte di Cesana – La Grande Guerra. Il sindaco Armando Vello ha introdotto l'autore soffermandosi sull'aspetto umano e lo scrittore Sergio Tazzer ha approfondito e spiegato il ruolo delle crocerossine nelle prima guerra mondiale rappresentate in mostra su porte antiche dipinte e modellate. A Nereto(TE), nella sala S. Allende viene presentato il volume Scritti vari in onore di San Martino di Tours. L'opera in copertina San Martino di Tours è realizzata da Franco Murer, bronzo per l'Associazione Ranalli di Nereto (Teramo).
Illustra Poesie di Pasqua. Nuova antologia. Anima poetica - Collana diretta da Fausto Payar - Edizione EurocromLibri, 2015
Lentiai: Inaugurazione mostra al centro
Polifunzionale e Biblioteca civica. Il Sindaco di Lentiai Armando Vello introduce la mostra
Estate 2015: Il coraggio delle donne nella Grande Guerra
Mostra con opera di Augusto e Franco Murer
all'Hotel Al Sasso di Stria ai Piani del Falzarego.
Nella foto una delle serate dedicate al tema: ha presentato il suo libro il giornalista Sergio Tazzer e vicino in divisa di alpino Celeste Scardanzan

Manifesto della presentazione
del libro a Nereto
San Martino di Tours
Opera in bronzo realizzata per l'Associazione Ranalli di Nereto (Teramo)
2016 Quelle raccontate nei disegni di Franco Murer non sono solo storie di guerra e di occupazione, ma di fraternità e cooperazione tra le persone che l'hanno vissuta. "Ricordi in bianco e nero: racconti vissuti" è una mostra itinerante legata alla storia dei soldati italiani che, nel corso del secondo conflitto mondiale, presero parte alla campagna greco-albanese.
L'esposizione si è conclusa il 5 marzo 2016 all'Istituto italiano di cultura di Atene.
Pala Isola a Isola del Gran Sasso
Franco Murer, sacerdote Vicenzo Fabri,
addetto stampa del santuario di San Gabriele, Il gallerista Pasquale Limoncelli e Nadia Grassi
Pala Isola a Isola del Gran Sasso
sacerdote Vicenzo Fabri, Pasquale Limoncelli e Franco Murer
A destra la porta di San Gabriele
dipinta e modellata in gesso per il Santuario
Porta in legno: Il Celenton
La chiesa di Falcade si arricchisce di una nuova opera La misericordia posta sulla navata destra accanto all'Eucarestia del 2008.
La casa della cultura Carlo Levi organizza la mostra nei locali del Pala Isola la mostra di arte sacra dedicata a San Gabriele dell'addolorata.
L'opera San Gabriele dell'Addolorata dipinta e modellata in gesso su una vecchia porta realizzata per l'esposizione rimane esposta in permanenza nel Santuario.
Padova: La porta Il viaggio per il liceo Amedeo di Savoia Duca d'Aosta, Liceo delle Scienze Umane di Padova.
Allestimento mostra
Franco Murer e Giuseppe Campagnola

Esposizione a ARTEFIERA DOLOMITI
LONGARONE 2016
Crea La porta Il viaggio (è necessario andare oltre il sogno, realizzarlo, incontrando, confrontando, cambiando), per il liceo Amedeo di Savoia Duca d'Aosta, Liceo delle Scienze Umane di Padova.

Nella Sala Consiliare di Nervesa della Battaglia sono esposte le opere Donne: eroine di guerra.
La mostra è organizzata dall'Assessorato alla Cultura e dalla Biblioteca Civica di Nervesa della Battaglia e nella Sala Polivalente di Villa Concina, all'interno delle celebrazioni del 4 Novembre a Dolo (VE), presentate dallo scrittore Sergio Tazzer.

Per il cinquantesimo anniversario dell'alluvione del 4 novembre del 1966, crea la formella bronzea la tragedia di Somor (frazione di Falcade), esposta nella piazzetta in ricordo delle 11 vittime.
18 Settembre 2016 Nervesa della Battaglia
Presentazione della mostra
Sergio Tazzer con Franco Murer
Mata Hari - bronzo

30 Ottobre 2016 - Dolo
Sala Polivalente di Villa Concina
all'interno delle celebrazioni del 4 Novembre
"Donne Eroine di Guerra"

Formella in Bronzo collocata a Somor
il 2 Novembre 2016 per commemorare
il ricordo dei 50 anni dall'alluvione
dove ci furono 11 vittime
Benedetta dal Mons. Moraglia Patriarca di Venezia la cappella della Scuola Grande di San Rocco nel cimitero di San Michele in Isola dopo il restauro, mercoledì 2 novembre.
«La cappella – spiega il Guardian Grando Franco Posocco – versava in condizioni faticose, per gli effetti dell'umidità, dell'acqua alta e del trascorrere del tempo. Per questo la Scuola ha deciso l'intervento di sostanziale manutenzione dell'edificio». Nell' occasione, sono state incastonate nelle pareti della cappella due formelle bronzee, opera di Franco Murer, raffiguranti tre Pontefici: Giovanni Paolo II e i due Patriarchi di Venezia, Giovanni XXIII, Giovanni Paolo I.
Disegna la copertina "San Martino e il mantello" di Gian Domenico Mazzocato - Edizione Programma e illustra con il disegno infinito la copertina "Kill Heidi Come uccidere gli stereotipi della montagna e compiere finalmente scelte coraggiose" di Sergio Reolon – Edizione curco&genovese.
Partecipa alla rassegna d'arte La Natività nella scultura nella chiesa Parrocchiale di Venegazù (TV) con l'alto rilievo bronzeo La sacra famiglia.
Il coraggio e la forza delle donne
Porta di legno
170x78cm

Le due formelle bronzee, opera di Franco Murer, raffiguranti
tre Pontefici: Giovanni Paolo II e i due Patriarchi di Venezia,
Giovanni XXIII, Giovanni Paolo I nella cappella della
Scuola Grande di San Rocco nel cimitero di San Michele in Isola

"Il coraggio e la forza
delle donne anche in guerra"

Palazzo della Regione di Trento
2017 - "Donne e guerra" è il titolo del convegno promosso dall'Assessorato provinciale all'università e ricerca, politiche giovanili, pari opportunità e cooperazione allo sviluppo presso il Grand Hotel Trento". L'iniziativa è inserita in un ciclo di appuntamenti sull'universo femminile in relazione ai conflitti, proposti al territorio trentino in collaborazione con la rete delle biblioteche. Nell'ambito del percorso rientra anche la mostra di Franco Murer "Il coraggio e la forza delle donne anche in guerra", organizzata con Inner Wheel Club di Trento – Castello, esposta nelle sale del Grand Hotel Trento e al piano terra del palazzo della Regione, in piazza Dante, "Le porte della Grande Guerra", opere che richiamano il ruolo e la forza delle donne coinvolte nella guerra e il loro dolore di mogli, madri, pur disperate … disposte al perdono.
Riceve il premio Città di Mestre 2016 per aver dato un significativo contributo al ricordo della Grande Guerra 1915-1918. Espone al Ritrovo degli artisti – Complesso Le Albere di Trento i disegni della Grande Guerra.
Presenta all' Università degli adulti– Belluno Sezione di Agordo, Il racconto del lavoro nello studio di mio padre Augusto - La bottega d'arte, esperienze di vita.
Nel calendario agordino 2017 edito dalla Pieve arcidiaconale di S. Maria Nascente di Agordo e curato da Loris San Tomaso e con la collaborazione di Don Giorgio Lise. Storia – 150° della fondazione dell'Istituto Tecnico Industriale Minerario "Umberto Folldor", Fede centenario delle apparizioni di Fatima, Arte Franco Murer, Forme e colori delle stagioni; questi i tre temi che hanno ispirato e dato vita alla 41° edizione nel Calendario Agordino 2017.
Per Il Giardino della Memoria a Canale d'Agordo dipinge "Era una striscia sulla neve bianca".
E' presente all'Arte Fiera di Longarone con le porte della Grande Guerra.
Partecipa alla Mostre collettive: IL CRISTO NELLA FEDE E NELL'ARTE a ricordo di Sergio Giromel promossa Dall' Assessorato alla Cultura - Biblioteca Comunale di Arcade (TV), e a Crocifissi 2 Simbolo di riscatto e redenzione Scultori del '900 e contemporanei 12/25 Aprile Provvederia, Mestre-Venezia

Calendario Agordino 2017

Mostra di Franco Murer 
"Il coraggio e la forza delle donne anche in guerra"

organizzata con Inner Wheel Club di Trento – Castello,
esposta nelle sale del Grand Hotel Trento
di Trento
ALBERTO CONCI Docente
MARGHERITA BOVICELLI Consola Onoraria per il Sud Peloponneso
SARA FERRARI Assessora provinciale alle Pari Opportunità
LOREDANA BETTONTE Presidente Inner Wheel Trento CASTELLO CARF
FRANCO MURER
ALBERTO FOLGHERAITER Giornalista


Per Il Giardino della Memoria
a Canale d'Agordo dipinge
Era una striscia sulla neve bianca.
 
 
     
 
Biografia
 
 

English version